Il nostro disciplinare



Nel crescere delle nostre convinzioni e quindi nell'abbracciare la nostra filosofia abbiamo via via dettato delle regole per le nostre scelte, una sorta di disciplinare che ci guida nella nostra selezione di allevatori.

  1. Deve essere una fattoria a gestione famigliare, meglio se residente in loco da qualche generazione cosi da garantire: la conservazione dell'habitat e la massima cura nella costruzione degli spazi.
     
  2. La fattoria deve avere abbastanza ettari da poter garantire un pascolo sempre pulito.
     
  3. Gli animali devono poter pascolare per almeno 2/3 della loro vita.
     
  4. Le stalle devono essere aperte ai lati con tettoia come protezione per le intemperie oppure chiuse ma con possibilità di accedere a dei paddok esterni.
  5. L'alimentazione dell'animale deve essere idonea ad un erbivoro meglio se autoprodotta o comprata in regione.
     
  6. È vietato l'utilizzo di insilato di mais e la soia.
     
  7. Accordo legale con l'azienda per la garanzia, da parte di questa, per il non uso di ormoni e antibiotici.
     
  8. Il trasporto e la macellazione dell'animale deve avvenire senza stress.


Dove siamo